Torta al limone con farina integrale

"La torta al limone è un classico. Io l'ho preparata con la farina integrale e con una crema molto delicata sempre al limone. Buon divertimento". Giulia Caso 

Continua il nostro viaggio nel mondo del limone, tra coltivazioni, proprietà, oli essenziali e ricette. L’atto del mangiare è un rituale; è una magia che compiamo ogni giorno. Gli antichi lo sapevano e prima dei pasti principali ringraziavano la divinità. I Cristiani praticanti ancora oggi lo fanno e anche l’atto della comunione, quando ricordiamo Gesù che spezzò il pane con suoi discepoli, è un profondo rituale. Il cibo è Vita per il corpo e per la psiche. Di conseguenza io qui non proporrò tanto delle ricette belle da vedere quanto una cultura della nutrizione, intervistando esperti e viaggiando tra le produzioni, in linea con la mission di Cultura & Culture. Il limone, come abbiamo già detto, è un frutto ricco di proprietà che dà vigore ed energia calmando al contempo la mente, perciò si presta molto bene a gustose preparazioni. Cominciamo con una torta al limone con farina integrale, molto semplice che proviene dalla tradizione italiana, in particolare meridionale.

Torta al Limone con farina integrale: solo ingredienti biologici o prodotti in loco – Realizzerò delle ricette con il limone per ogni pasto: un dolce per la colazione; un secondo piatto per il pranzo; un primo per la cena. Al risveglio consiglio sempre un buon dolce fatto in casa. E` un ottimo rituale; inoltre dopo la notte i livelli di glicemia nel sangue sono piuttosto bassi, quindi si può osare un po’. Il dolce ci mette in movimento consentendoci di affrontare al meglio la mattinata. Siamo italiani, quindi in genere preferiamo un risveglio non salato. Premetto inoltre che userò se possibile prodotti di base a chilometro zero e biologici. La farina da me usata sarà rigorosamente integrale. La 00, ormai, è fuori dalla mia dispensa, come anche la 0. Le uova e l’olio sono prodotti da agricoltori della zona. Per lo zucchero, uso quello bianco perché il vero zucchero di canna, cioè quello integrale del tipo Mascobado, è poco pratico per i dolci (almeno quello che in genere si trova al supermercato; sto cercando prodotti migliori). Il fruttosio non lo preferisco, dolcifica poco con il risultato che bisogna aggiungerne di più. Premetto che non sono una cuoca né un pasticcere esperto. La cucina per me è sperimentazione, è un’occasione per mettermi alla prova e soprattutto è un momento in cui libero la Creatività. Cucina, per me, è condivisione; perciò quello che sperimento sarà proposto qui. Ecco il procedimento della torta al limone con farina integrale. Una ricetta delicata, semplice, con pochi ingredienti raffinati che faccio da quando ero adolescente e la mia mamma cominciò a prepararla per la colazione.

Torta al Limone: gli ingredienti e il procedimento – Per la Torta al limone: 4 uova; 400 grammi di farina integrale grano tenero, preferibilmente biologica; 300 grammi di zucchero; 1 bicchiere scarso di olio di oliva; 1 bicchiere scarso di latte intero; la buccia e il succo di 1 limone; 1 bustina di lievito per dolci. Inserisci nello sbattitore elettrico le uova e lo zucchero; sbatti per un minuto circa. Inserisci nel composto i liquidi: l’olio, il latte, il succo del limone e la buccia. Adesso aziona lo sbattitore per circa un minuto. Versa la farina integrale. Gira l’impasto per circa due minuti e poi, continuando a impastare, fai cadere con un colino il lievito gradualmente. Continua a impastare per circa 30 secondi. Versa l’impasto ottenuto nello stampo. Inforna per circa 40 minuti in forno già caldo, ma non oltre i 200 gradi, modalità statico (non ventilato). Fai la prova con lo stuzzicadenti. Per la crema: 250 ml di acqua; il succo e la scorza di 1 limone, tre cucchiai di fecola di patate mescolata con 150 grammi di zucchero. Metti l’acqua con la scorza del limone sul fornello. Porta a ebollizione l’acqua. Quando inizia a bollire versa la fecola e lo zucchero. Gradualmente, mi raccomando. Quando si è solidificata, incorpora nella crema il succo del limone. Continua a girare. Falla raffreddare. Io consiglio di preparare la torta la sera e lasciarla in frigorifero. La mattina o anche il primo pomeriggio del giorno successivo (non oltre), fai la crema. Dopo aver tagliato la torta, cospargi la crema sullo strato di base e richiudila. Decora con lo zucchero a velo che puoi preparare in casa con il Bimby per esempio (senza prodotti aggiuntivi, solo lo zucchero semolato) oppure con un frullatore. Per qualsiasi dubbio puoi scrivere a info@culturaeculture.it o anche lasciare un messaggio sulla fanpage di Cultura & Culture. La segreteria di redazione ti risponderà prontamente mettendoti in contatto con me. Di seguito alcune immagini. N.B. Questo articolo non ha finalità commerciali, né terapeutiche, ma solo informative.

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Giulia Caso

Giulia Caso
Giulia Caso è uno pseudonimo. Giulia cura la rubrica "L'equilibrista", uno spazio dedicato alla salute della mente e del corpo. «Ho scelto uno pseudonimo per raccontare non me stessa bensì i fatti. Perché se avessi voluto assecondare le velleità del mio ego, narrandovi la mia vita, che vi assicuro è poco interessante, vi avrei svelato la mia identità», dice di se stessa. Giulia ha voluto che la redazione pubblicasse al posto della sua foto un'immagine del film Fortapash, che racconta del giornalista Giancarlo Siani; per rendere omaggio alla verità, per la quale molti giornalisti come Siani hanno perso la vita!

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI