Come realizzare i propri sogni…

©Fotolia
©Fotolia

Sognare: una meravigliosa parola; tutte le volte che sento nominare questo termine si diffondono in me sensazioni bellissime e mi vengono in mente immagini fantastiche che migliorano il mio stato d’animo. Ora, se questa parola è per me così importante e credo lo sia per ciascuno di voi, perché allora lasciamo che la quotidianità monopolizzi e impoverisca la nostra vita? Il motivo è semplice, perché abbiamo perso l’abitudine di sognare e di credere nel potere dei sogni. Non è mia intenzione raccontarvi favolette; io e voi siamo costantemente presi da impegni e da faccende faticose. Non voglio, dunque, affermare che tutto vada bene e che solo chiudendo gli occhi ogni problema si risolva. Voglio solo dire che, se nel nostro giardino, quello della vita s’intende, sono cresciute troppe erbacce, è arrivato il tempo di estirparle. Tutto quello che appare nella nostra vita lo abbiamo attirato noi con i pensieri, presenti nella nostra mente. Capisco che questo concetto non sia facile da accettare, soprattutto perché potrebbe far scaturire sensi di colpa. Invece esso è importante, perché può farvi finalmente diventare consapevoli del vostro potenziale. Siete voi il padrone della vostra esistenza e non le circostanze esterne; dovete avere fede nel talento che Dio ha donato a ognuno di noi. La vita e spesso le situazioni più complicate spingono l’uomo a scoprire questa forza che è solo nascosta sotto uno strato di convinzioni ed esperienze negative che la tengono bloccata in profondità. Ora, molti di voi potrebbero obiettare che siano solo parole ma è vero anche che quest’ultime spesso sono più potenti delle armi. A questo punto vi dico cosa bisogna fare per creare la vita dei vostri sogni. Per prima cosa dovete allenare la mente; sì allenare, perché come le altre parti del corpo se non si fa allenamento essa si atrofizza. Come allenare la mente? Cominciate a focalizzarvi sulle cose che volete e non su quelle che non volete; si trascorre la maggior parte del tempo pensando alle cose che non vanno e quest’atteggiamento si evince dai discorsi fatti. Tutto questo non fa altro che ingrandire le cose che non ci piacciono, e se non ci credete guardate la vostra vita, soffermatevi su quello che vi passa più spesso per la mente e prestate attenzione alle emozioni forti che i pensieri scatenano. Noterete, ahimè, delle notevoli affinità. Punto secondo. Quanti di voi, quando pensano a qualcosa che vogliono ottenere, non si soffermano immediatamente su come materializzate l’oggetto o la situazione dei desideri? Ma il come ferma tutto il processo. Il vostro compito è di puntare un obiettivo e agire, facendo dei passi alla volta, senza porvi troppe domande. Volete un’auto nuova, focalizzatela, immaginate vividamente di guidarla, andate a provarla e continuate a lavorare fiduciosi. Rimarrete sorpresi dei risultati; ma se vi concentrare su come fare per ottenere l’auto, troverete mille motivi perché essa non possa materializzarsi. Coloro che hanno creato grandi imperi o realizzato cose notevoli sapevano quello che volevano dal principio, però non si applicavano troppo sul come. Ricordate: non è importante vedere tutta la scala, ma i gradini davanti a voi; quando guidate la sera, i fari non illuminano tutto il percorso che state facendo ma solo una piccola parte della carreggiata. Imparate a concentrarvi su ciò che volete, sui vostri desideri, sui vostri sogni e noterete immediatamente dei cambiamenti nella vostra vita.

Carmine Caso

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Carmine Caso

Carmine Caso
Carmine Caso è editore di Cultura & Culture. Dopo la maturità scientifica, si è laureato in Conservazione dei Beni Culturali al Suor Orsola Benincasa (Laurea Vecchio Ordinamento). Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Ama il Cinema, l'Arte e la lettura. Su Cultura e Culture gestisce la rubrica/blog "Migliora la tua vita", uno spazio dedicato al miglioramento personale.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI