29 gennaio 2013
Redazione (4056 articles)
Share

WILLBUR SMITH A ROMA PRESENTA L’ULTIMO ROMANZO

Ha appassionato milioni di lettori, conquistandoli con un mix inconfondibile di azione, avventura e thrilling. Ora Wilbur Smith si accinge a incontrarli in un appuntamento speciale, giovedì 31 gennaio 2013 all’Auditorium Parco della Musica di Roma, anteprima di Libri come – Festa del Libro e della Lettura.

Amatissimo in Italia, dove ha venduto oltre 23 milioni di copie dei suoi romanzi (122 milioni in tutto il mondo), il maestro indiscusso del romanzo d’avventura presenterà – nell’unico incontro-conferenza nel nostro Paese – la sua ultima opera, Vendetta di sangue (Longanesi, ), in uscita in libreria proprio il giorno stesso. Con lui dialogheranno le giornaliste Maria Grazia Capulli e Loredana Lipperini.

Vendetta di sangue è l’ultimo tassello di una lunga serie di avventure; insieme all’azione questa volta si aggiunge al libro la suspense tipica del thriller. Tra i deserti dell’Africa nordorientale e la City di Londra si snoda la ricerca della vendetta da parte di Hector Cross, personaggio ben noto ai lettori di Wilbur Smith (appariva già nel precedente La legge del deserto). Hector Cross Hector Cross non è un eroe: è soltanto un uomo. Ma quando un uomo come Hector Cross perde tutto quello che ha, il suo dolore e la sua furia possono essere devastanti. Una mano assassina ha spezzato la vita di Hazel Bannock, la donna che amava e che stava per dargli una figlia. Ora Hector è rimasto solo… E come unica compagna ha un’indomabile sete di vendetta e di giustizia. È il momento di riunire la squadra di un tempo, i membri della Cross Bow Security. È il momento di tornare nella terra del nemico, che sia il deserto dell’Africa nordorientale o la City di Londra. È il momento di combattere qualcuno che Hector credeva di aver sconfitto e che, invece, pare aver rialzato la coda velenosa come uno scorpione. Ma bastano pochi passi nella follia e nella violenza perché Cross capisca che il nemico ha molte facce. Volti nascosti in torbidi segreti di famiglia, che Hazel non ha mai avuto il coraggio di confessargli. Segreti che forse sono legati al Trust della famiglia Bannock, un fondo quasi inesauribile di denaro, un accordo nato a fin di bene ma che rischia di innescare un’incontrollabile spirale di crimine e di ingiustizia. Hector Cross ha una sola certezza: qualcuno è tornato dal passato per colpire lui e tutto ciò che gli è caro. Qualcuno affamato di potere e di denaro, ebbro di violenza e di perversioni, assetato di sangue.

La serata di Libri come cercherà di raccontare come si scrive una serie impressionante di storie dal plot vertiginoso, in grado di affascinare milioni di lettori in ogni angolo del mondo. L’appuntamento fa parte della serie di anteprime che stanno accompagnando il pubblico verso la quarta edizione di Libri come, Festa del Libro e della Lettura in programma dal 14 al 17 marzo 2013 all’Auditorium Parco della Musica. I precedenti incontri hanno avuto come protagonisti Serge Latouche, Javier Marías, Sylvie Goulard e Mario Monti. Dopo la serata con Wilbur Smith, il ciclo delle anteprime si chiuderà il 10 marzo con lo scrittore e saggista israeliano David Grossman.

Promossa e organizzata dalla Fondazione Musica per Roma, Libri come quest’anno sarà dedicata in particolare al tema dell’Europa. Tra gli ospiti internazionali, sono attesi Javier Cercas, Catherine Dunne, Salman Rushdie, Fernando Savater. Tra gli italiani, Simonetta Agnello Hornby, Massimo Cacciari, Massimo Carlotto, Gianrico Carofiglio, Giancarlo De Cataldo, Umberto Galimberti, Paolo Giordano e Massimo Recalcati.

Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.