VMA 2014: il racconto della serata tra performance e premiati

Video Music Awards 2014, ovvero, grande festa di musica e immagini, per la gioia di occhi e orecchie. L’appuntamento annuale con i premi targati MTV e dedicati alle migliori clip musicali, è andato in scena qualche ora fa presso il Forum di Inglewood (California), tra scenografie esplosive, coreografie acrobatiche e performance che difficilmente dimenticheremo (nel bene e nel male).

Apertura col botto grazie a un medley tutto da ballare. Ad infiammare l’arena ci ha pensato il trio Ariana Grande, Jessie J e Nicki Minaj. La cantante italo-americana ha cantato “Break Free”, singolo estratto dal suo secondo album “My Everything”, per poi scatenarsi con le colleghe sulle note di “Bang Bang”. Parentesi superhot (e non propriamente da ricordare per classe ed eleganza) con la Minaj e la sua “Anaconda”, tra serpenti, twerking e lato B in bella mostra, che ha spiazzato pubblico e artisti presenti in platea (la faccia di Jennifer Lopez, inquadrata dalle telecamere, vale più di mille parole). Decisamente di altro livello l’esibizione offerta da Taylor Swift: la sua “Shake it off”, ispirata alle atmosfere anni Trenta de “Il Grande Gatsby”, con tanto di ballerini, band e scenografia da sogno, è un trionfo di stile, gusto e sensualità.

Katy Perry è stata la prima cantante della serata a ricevere un premio. Con “Dark Horse” la bella 29enne ha vinto nella categoria Best Female battendo in scioltezza Beyoncé, Iggy Azalea, Lorde e Ariana Grande. Per quanto riguarda i maschietti, Ed Sheeran ha avuto la meglio sui colleghi (Eminem, Pharrell Williams, Sam Smith e John Legend). Non sarà il capolavoro del secolo, ma il video di “Sing” è simpatico, divertente, piace e convince fan e addetti ai lavori.

Gli attori Jim Carrey e Jeff Daniels hanno premiato Ariana Grande che, con la clip di “Problem”, si è aggiudicata (meritatamente) il Best Pop Video. Pioggia di emozioni con Sam Smith, live sul palco dei VMA: l’artista inglese ha regalato una versione voce-piano di “Stay with me” davvero commovente che ha strappato lunghi e calorosi applausi. “Hold On We’re Going Home” di Drake (ft. Majid Jordan) è il migliore della categoria Hip Hop. Il video del brano, ispirato ad una storia di mafia, ha raccolto i consensi del web e ha messo tutti d’accordo. Peccato non aver visto sul palco il rapper di Toronto (impegnato in tour) e, soprattutto, la reazione di Eminen (lo “sconfitto” della serata nonostante la vittoria del Best Editing per il video di “Rap God“).

Ritmo ed energia con la performance di Usher. Il cantante, che ha sfoggiato un look total white, ha presentato per la prima volta il suo nuovo singolo, “She Came To Give It To You”. Accanto a lui, la prevedibile e scatenata Nicki Minaj oltre a decine di ballerini e musicisti, tra fuochi e coreografie mozzafiato. E’ di Miley Cyrus il video dell’anno. La sua chiacchieratissima “Wrecking Ball” si è portata a casa il Moonman, lasciando a bocca asciutta il favorito Pharrell Williams e l’onnipresente Beyoncé. Ma, a sorpresa, una commossa Miley ha deciso di lasciare a un giovane disoccupato e senzatetto di Los Angeles l’onere e l’onore di salire sul palco per ritirare il premio ma, soprattutto, per parlare della situazione di tanti ragazzi statunitensi (oltre un milione e 600 mila) poveri e costretti a vivere in strada.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Ancora pioggia di premi per i video più belli secondo MTV: il Best Rock è andato a “Royals” della giovanissima Lorde (hit mondiale del 2013 ancora tra le più trasmesse in radio e tv) mentre ad aggiudicarsi il Best Lyrich Video è stato “Don’t Stop” degli australiani 5 Seconds of Summer, live a Inglewood con l’adrenalinica “Amnesia”. Il Best Choreography è arrivato a Sia per “Chandelier”, il Best Art Direction a “Reflektor” degli Arcade Fire.

Tra i protagonisti più attesi dei VMA 2014 anche i Maroon 5. Adam Lavine e compagni hanno intonato la splendida “Maps” (singolo che anticipa “V”, nuovo album di inediti), per poi lasciare il palco alla vera trionfatrice della serata: Beyoncé. La cantante 33enne, in corsa ai VMA con ben otto nominations, ha proposto un medley che ne ha esaltato le indiscusse doti vocali e fisiche. Avvolta da fiamme blu e stretta in un mini abito a mosaico, la regina dei Video Music Awards ha deliziato il Forum con i brani del suo ultimo disco. Quindici minuti di performance, un mini concerto per celebrare una delle artiste più importanti e amate dell’ultimo decennio. Beyoncé si è portata a casa il Best Collaboration Award per “Drunk in Love“, il Best Cinematography e Best Video with a social message per “Pretty Hurts“. Ciliegina sulla torta, la vittoria del prestigioso Michael Jackson Video Vanguard Award ricevuto, a sorpresa, dalla figlia Blue Ivy e dal marito Jay Z, sul palco accanto a lei per dimostrarle tutto il loro amore e scacciare le malelingue che vorrebbero il matrimonio in crisi. Un bellissimo finale che ha chiuso un’edizione in rosa, dove le donne hanno trionfato per bellezza e creatività, mostrando al mondo diverse sfaccettature del loro essere artiste, mogli e madri di successo.

Silvia Marchetti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Silvia Marchetti

Silvia Marchetti
Silvia Marchetti, nata a Mirandola (Modena) nel 1981, è giornalista pubblicista e web designer. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università di Bologna, si occupa da anni di Cultura e Spettacoli, pubblicando articoli, recensioni e interviste relative al mondo del teatro, del cinema e, in particolare, della musica. Tra le sue passioni, la buona cucina, i concerti, la moda e Milano, città in cui ha deciso di vivere.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI