Venezia73, è il giorno di Jackie, film con Natalie Portman

Oggi alla 73esima Mostra del Cinema di Venezia c’è grande attesa e curiosità per il nuovo film di Pablo Larrain, Jackie, con Natalie Portman nei panni della famosa ex first lady Kennedy. Dopo il recente Neruda presentato alla scorsa edizione del Festival di Cannes e l’applaudito El Club del 2015, il regista cileno conferma nuovamente la sua passione biopic portando sullo schermo una storia ispirata alla realtà con un personaggio intrigante e ricco di sfumature. Il film si svolge nell’arco di quattro giorni tra l’omicidio di JFK e il suo funerale, concentrandosi sul conflitto tra la donna impegnata a salutare per sempre l’amato marito e il neo Presidente Johnson che non vede l’ora di prendere il potere e fare il suo ingresso alla Casa Bianca. Come Amy Adams, che è stata ospite a Venezia 73 con una doppietta di film, anche la Portman oltre a Jackie presenterà Planetarium, un film diretto da Rebecca Zlotowski che la ritrova al fianco di Lily Rose Depp, figlia del famoso Johnny Depp per una storia ambientata negli anni ’30. Laura e Kate Barlow sono due sorelle americane che fanno spesso delle sedute spiritiche, ma quando si trovano a Parigi incontrano Andrè Korben (Louise Garrel), un produttore cinematografico visionario e controverso che vuole provare a partecipare a questa loro pratica particolare. Accade qualcosa che lo colpisce profondamente e lo convince ad assumere le due ragazze per una consulenza annuale finalizzata alla realizzazione di un film a tema. Ma forse ci sono anche altre motivazioni più ambigue e oscure.

Oggi, tra i film fuori concorso a Venezia73 c’è anche The Journey, il film di Nick Hamm per cui saranno presenti il giovane Freddie Highmore, John Hurt e Timothy Spall. Britannici e irlandesi hanno riunito i partiti politici dell’Irlanda del Nord a St. Andrews, in Scozia, per discutere un accordo storico. Improvvisamente, dopo i giorni bui dei Troubles, la pace sembra possibile. L’unico ostacolo è convincere il fervente predicatore protestante Ian Paisley e il repubblicano irlandese Martin McGuinness ad accettare l’accordo e governare insieme. Ma i due si rifiutano persino di rivolgersi la parola! Cercheremo di rubare a Highmore qualche anticipazione e curiosità sulla seguitissima serie tv Bates Motel in cui interpreta il giovane Norman Bates di Psycho, ma per rimanere legati al concorso possiamo dirvi che sarà presentato alla stampa Paradise, il nuovo film di Andrei Konchalovsky che molti considerano un possibile Leone d’Oro. Olga, Jules e Helmut si incontrano per caso nel bel mezzo della devastazione causata dalla seconda guerra mondiale, restando coinvolti in una storia tra nazisti, ebrei e storie d’amore complicate e passionali.

E ieri? La giornata di martedì 6 settembre è terminata con un ritratto suggestivo ed evocativo della genesi della vita e dell’universo firmato Terrence Malick. Il regista di The Tree of Life ha realizzato il documentario Voyage of Time: Life’s Journey, in cui la voce di Cate Blanchett ci accompagna in un viaggio visivo e spirituale dalle origini del nostro passato planetario alle prime forme di umanità. Numerose immagini esteticamente sconvolgenti mostrano alcuni aspetti della natura affascinanti e unici, accompagnati da una colonna sonora delicata ed elegante in linea con lo stile del regista. Il giorno prima Venezia 73 aveva già presentato un documentario degno di nota sul grande artista e regista David Lynch, intitolato David Lynch: The Art Life, che per la prima volta ha puntato i riflettori sull’uomo creativo nell’arte. Lo stesso Lynch raccontava vari episodi della sua vita personale e professionale, mentre realizzava quadri, disegni e sculture funzionali alla narrazione.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Letizia Rogolino

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI