Salute, venerdì la IX giornata contro l’Ipertensione Arteriosa

©Fotolia.com
©Fotolia.com

Il cuore è il centro della nostra vita. Per vivere bene è necessario tenere questo importante organo in buona salute sia mediante l’alimentazione corretta e l’attività fisica sia attraverso una serie di esami. Venerdì, 17 maggio 2013, è la IX Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa, promossa in tutto il mondo dalla World Hypertension League, il cui slogan è “Controlla la tua pressione e il tuo battito cardiaco”. L’iniziativa ha ricevuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e il Patrocinio della Presidenza del  Consiglio dei Ministri e del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali.

Molti gli eventi in programma in tutta Italia. A Torino per esempio l’Ospedale San Giovanni Bosco da domani, martedì 14 maggio, sino al 17 maggio allestirà un punto informativo nell’atrio del nosocomio, con esposizione di poster e distribuzione di materiale informativo. Venerdì 17 maggio l’ambulatorio per l’ipertensione arteriosa, al quinto piano (reparto Dialisi), sarà aperto ai Cittadini dalle 9 alle 17, per la misurazione gratuita della pressione arteriosa e per consigli sull’alimentazione e lo stile di vita più idonei a prevenire e a curare l’ipertensione arteriosa e le sue complicanze.

«L’ipertensione arteriosa è la principale causa di malattie cardiovascolari e renali, come infarto del miocardio, ictus cerebrale, scompenso cardiaco, insufficienza renale cronica, che in Italia provocano 280 mila morti ogni anno, pari a oltre il 40 per cento di tutte le cause di morte – spiega Francesco Quarello, direttore del Dipartimento di Nefrourologia del San Giovanni Bosco – Inoltre, l’ipertensione arteriosa favorisce lo sviluppo di demenza e di diabete». Quarello continua precisando: «L’elevato consumo di sale (circa 10-12 grammi al giorno) è ormai riconosciuto come il più importante fattore che innalza la pressione arteriosa e quindi favorisce le malattie cardiovascolari e renali – precisa Quarello – Un eccessivo apporto alimentare di sale è anche correlato all’obesità, attraverso l’aumento della sete e del consumo di bevande zuccherate, alla comparsa di calcoli renali e all’osteoporosi».

Per maggiori informazioni e consultare gli elenchi di tutti i Centri Ospedalieri aperti per l’occasione e delle piazze in cui la SIIA promuove iniziative di informazione e sensibilizzazione dei cittadini clicca qui: www.siia.it

 

 

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

 

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI