Qua la zampa! Trailer del film, trama e recensione

Qua la zampa! è un film leggero e al contempo così serioso, così intenso, così coinvolgente. Non vi nascondo che nutro un amore viscerale per gli animali, in particolare per i cani. E mi perdoni il lettore se di tanto in tanto abbandono i toni da critico cinematografico per ‘abbracciare’ uno stile più intimistico e personale, ma è proprio l’effetto che fa la pellicola. Premetto che non sono una persona dal pianto facile quando guardo un film, eppure Qua la zampa! mi ha commosso fino alle lacrime e, per giunta, in più di un’occasione, sicuramente perché, avendo un cane, conosco molte delle dinamiche canine, descritte alla perfezione nella commedia che, però, ha un risvolto non comico bensì sentimentale, in alcuni momenti drammatico. Il mio cane si chiama Laila, ha dieci mesi ed è un pastore tedesco, a pelo lungo e non vi nascondo che mi sta insegnando molto sulla Vita e sull’Amore. I cani amano senza pretese, senza chiedere mai nulla in cambio e spesso entrano nella nostra esistenza, a volte molto complicata, per uno scopo ben preciso, sicuramente per aiutarci ad allargare il nostro sguardo verso nuovi punti di vista, forse più consoni alla nostra natura.

Il film si ispira al best seller di W. Bruce Cameron
Il film si ispira al best seller di W. Bruce Cameron

Il protagonista di Qua la zampa! si chiama Bailey ed è un cane che si pone sin da subito domande esistenziali per capire qual è il proprio ruolo. Nel film si usa la legge karmica per divulgare un messaggio d’amore. Questo cane si reincarna, assumendo varie sembianze e cambiando la percezione dei vari padroni, che – attraverso di lui – danno un senso alla loro quotidianità, ma la vita del simpatico animale ha un significato più ampio e ciascuno di voi sicuramente troverà una chiave di lettura diversa a seconda della vostra esperienza, perché è questa la bellezza di una pellicola dolce e confortante, decisa ed emozionante. La voce di Jerry Scotti fa poi il resto!

Per quanto riguarda lo stile, si potrebbero fare tanti parallelismi tra Qua la zampa! e altri film che appartengono a un genere, sia cinematografico e sia televisivo, forse inflazionato ma sempre piacevole. Dalla serie tv cult Lessie a Belle & Sebastien (da vedere prima nella versione cartoon), da Io & Marley a Bailey – Il cane più ricco al mondo, senza dimenticare Rex, il pastore tedesco poliziotto, e naturalmente Hachikō (diretto da Lasse Hallström, regista anche di Qua la zampa!), l’elenco è molto folto e invitante. Andate a vedere questo film; sono sicura che vi piacerà! Di seguito il trailer e alcune immagini.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI