PIL AGRICOLTURA IN CALO

© monticellllo - Fotolia.com

Nel secondo trimestre 2012 il Pil, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, è diminuito del 2,6 per cento, ma il valore aggiunto dell’agricoltura è cresciuto dello 0,9 per cento, confermando la tendenza anticiclica del settore, unico a migliorare nel panorama nazionale (anche se registra una diminuzione congiunturale del valore aggiunto dell’1,9 per cento rispetto al primo trimestre). Lo rileva Confagricoltura sulla base dei dati Istat diffusi oggi.

«L’agricoltura non cresce abbastanza – commenta l’Organizzazione degli imprenditori agricoli – e il fatto che il secondo trimestre sia andato peggio del primo deve far riflettere».  Perciò servono, conclude Confagricoltura, «adeguate misure per la crescita, finalizzate a migliorare la competitività di un settore che è troppo soggetto al mercato globale ed alle tensioni dei prezzi delle materie prime e dell’energia, che si riflettono sui costi di produzione».

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI