Buy e Gerini? Nemiche per la pelle: trailer e recensione

Nemiche per la pelle, recensione del film – L’inimicizia tra donne, si sa, è molto logorante, perché ogni donna riesce a essere, se vuole, dispettosa e vendicativa. Lo vediamo spesso nella vita reale, quando l’oggetto del contenzioso è un uomo, e lo abbiamo visto tante volte al cinema in pellicole per esempio come Quel Mostro di suocera (2005) e non solo! Ricordate il film Nemiche amiche (1998) con Susan Sarandon e Julia Roberts? Jackie è una madre divorziata con due bambini che deve fare i conti con Isabel, una donna in carriera che convive con il suo ex marito. Tra le due signore s’innesca un’accesa querelle ma le dinamiche cambiano quando Jackie scopre di avere poco tempo da vivere. In realtà le donne, se unite da un intento comune, in genere sono molto leali e combattono per la stessa causa. Potremmo soffermarci su classici come Thelma & Louise (1991), sempre con Susan Sarandon, oppure come Fiori d’acciaio (1989) ma rimaniamo nell’ambito della commedia italiana con Nemiche per la pelle uscito nelle sale il 14 aprile scorso.

nemiche-amiche-trailer-recensione-buy-gerini

Lucia e Fabiola sono nemiche per la pelle. Le prime sequenze del film, diretto da Luca Lucini, ci mostrano il vivere quotidiano di due donne completamente diverse che sono lo specchio non solo del femminile italiano ma anche del Bel Paese in generale. Lucia, interpretata da Margherita Buy, è una psicologa degli animali che frequenta con poca passione un pittore partenopeo (Gianpaolo Morelli) ma che pensa ancora all’ex marito Paolo, il quale dopo dodici anni di matrimonio l’ha lasciata per Fabiola, che ha il volto di una sagace e mordente Claudia Gerini. L’attrice romana è spiritosa nei panni di un’imprenditrice che tratta i suoi sottoposti come fossero degli zerbini, con un atteggiamento militaresco, mettendo i soldi all’apice della propria scala di valori. All’inizio della pellicola i due personaggi non si sfiorano nemmeno ma, quando Paolo muore, il rancore tra Fabiola e Lucia affiora e si manifesta proprio durante il rito funebre. Questa sequenza si tinge d’ironia ed ha in sé la comicità di un’Italia che non dimentica il suo passato cinematografico più glorioso.

Nemiche per la pelle nel complesso è un film divertente e pittoresco che mantiene alta l’attenzione del pubblico in sala. Le due attrici hanno doti attoriali differenti ma sono accomunate dalla medesima passione. Il personaggio di Claudia Gerini è verace, istintivo, forte. La Lucia di Margherita Buy al contrario è introversa, è ossessionata dal cibo sano ed è inoltre un po’ imbranata, molto simile per certi versi a Federica di Io e lei, il film uscito nel 2015 e diretto da Maria Sole Tognazzi. Le due donne dovranno fare i conti con il volere testamentario di Paolo che ha deciso di affidare a entrambe il figlio avuto da una relazione extraconiugale con una cinese. Riuscirà il bambino a unire due personalità così agli antipodi? Per saperlo non vi resta che andare al cinema. Ne vale veramente la pena. Di seguito il trailer e una clip di Nemiche per la pelle.

 

 

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI