Music Awards 2014: tutti i premiati della serata

Ieri sera il Foro Italico di Roma ha ospitato i Music Awards 2014, evento a cui hanno partecipato gli artisti più importanti del panorama musicale italiano, campioni di vendite con i loro album e singoli durante lo scorso anno. Condotto da Carlo Conti e Vanessa Incontrada, la serata è stata animata da performance inedite e duetti mozzafiato. Una parata di stelle e di ospiti internazionali, tra emozioni, sorprese e divertimento.

Pausini con Morricone

Tra i protagonisti più applauditi e osannati, Luciano Ligabue, l’uomo dei record, reduce da due date sold out allo Stadio Olimpico di Roma. Il rocker di Correggio ha cantato “Tu sei lei” e “Il Muro del Suono”, prima di ricevere diversi riconoscimenti: Multiplatino per l’album “Mondovisione”, premio come disco più venduto del 2013, premio per l’artista più suonato dell’anno. Un’altra grande artista, l’italiana più amata nel mondo, ha portato a casa diverse statuette e regalato una carrellata dei suoi successi. Stiamo parlando di Laura Pausini, che ha scaldato i cuori delle migliaia di persone del Foro, tra ritmi latini e pezzi del suo incredibile repertorio: da “Limpido” a “Se fue” (versione spagnola di “Non c’è”), da “Se non te” a “La solitudine”, quest’ultima nella versione arrangiata dal Maestro Ennio Morricone, presente sul palco per ricevere un premio.

Dopo il duetto sensuale offerto da Emma e Kekko dei Modà (sulle note di “Arriverà”, loro successo sanremese), la cantante salentina e il frontman della band milanese hanno ricevuto il Multiplatino per i rispettivi album: “Schiena vs Schiena” e “Gioia”. Coppia inedita quella composta da Francesco Renga ed Elisa, ieri sul palco per la prima volta insieme per cantare “Vivendo adesso”, brano presentato dall’ex Timoria qualche mese fa al Festival di Sanremo, e scritto dalla cantante friulana. Fiumi di premi anche per questi due artisti amatissimi dal pubblico italiano, così come per Alessandra Amoroso, Platino con l’album “Amore Puro”. La cantante pugliese si è esibita con un madley: “Non devi perdermi” (scritto da Biagio Antonacci) e “Bellezza, incanto e nostalgia”. A proposito di Biagio, il cantautore che ha da poco festeggiato i 25 anni di carriera con due concerti evento a Bari e Milano, ha emozionato proponendo “Ti penso raramente” e “Dolore e forza”, due hit estratte dal suo ultimo fortunato disco, “L’amore comporta”.

Ligabue ai Music Awards-1

I Music Awards hanno regalato anche un bel momento blues con Pino Daniele, altri di festa e allegria con Gigi D’Alessio (premiato per “Ora”), oltre alla classe e all’eleganza di Mario Biondi (Platino per l’album “Mario Christmas”). Tra gli artisti più acclamati dal pubblico, anche Marco Mengoni che con il suo “#Prontoacorrere” si è portato a casa ben tre dischi di Platino. Splendida la sua performance live con la magica “La Valle dei Re”. Un fiume di premi ha travolto anche diversi nomi del mondo hip hop made in Italy: Fedez (che ha cantato “Cigno Nero” con Francesca Michielin), Club Dogo, Rocco Hunt (premiato per “A Verità”), Moreno (Multiplatino per “Stecca” e Platino per “Che confusione”), Emis Killa (che si è scatenato con il nuovo singolo “Maracana”, colonna sonora dei prossimi Mondiali in onda su Sky). Boato per i giovanissimi Dear Jack, capitanati da Alessio Bernabei. La band viterbese, reduce dal successo di Amici, si è esibita con “Domani è un altro film”, pezzo estratto dall’omonimo LP in cima alle classifiche italiane (e per questo premiato ieri con il Disco d’Oro). Spazio anche agli ospiti stranieri: incantevole Lorde, la diciassettenne che ha raggiunto il successo mondiale con il singolo “Royals”; originale George Ezra con la sua bellissima “Budapest” (oltre 30mila downloads). Dopo le performance di Max Pezzali (“L’Universo tranne noi” e “Sei fantastica” feat. Emis Killa) e di Luca Carboni (che ha festeggiato i 30 anni di carriera), è stata la volta di Arisa, vincitrice dell’ultima edizione di Sanremo con il brano “Controvento” (Platino, come il biondo dei capelli con i quali si è presentata sul palco). I Music Awards si sono conclusi con la sfida tra alcuni artisti emergenti, provenienti da diversi talent show: Greta da Amici 2013, Alessandro Casillo da Io Canto, I Moderni da X Factor. A spuntarla è stata Greta, che si è portata (meritatamente) a casa il Premio Next Generation 2.0 grazie al brano “L’amore non è fidarsi”.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

 Silvia Marchetti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Silvia Marchetti

Silvia Marchetti
Silvia Marchetti, nata a Mirandola (Modena) nel 1981, è giornalista pubblicista e web designer. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università di Bologna, si occupa da anni di Cultura e Spettacoli, pubblicando articoli, recensioni e interviste relative al mondo del teatro, del cinema e, in particolare, della musica. Tra le sue passioni, la buona cucina, i concerti, la moda e Milano, città in cui ha deciso di vivere.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI