Modà: dieci anni di canzoni, concerti ed emozioni

Dieci anni di poesia, di musica, di concerti. Dieci anni di successi che hanno conquistato i cuori di centinaia di migliaia di persone, scalato le classifiche di vendita e collezionato sold out negli stadi italiani. I Modà festeggiano un decennio di fortunata carriera, un lungo percorso durante il quale la band milanese ha dimostrato che si può essere credibili e si possono scrivere belle canzoni popolari fidandosi ciecamente di istinto e passione. Semplicità e onestà fanno parte dell’essenza di Kekko e compagni, armi con le quali hanno sfidato le critiche, spesso feroci e gratuite, per raggiungere traguardi che pochi altri colleghi hanno appena sfiorato.

Il prossimo 11 novembre i Modà pubblicheranno un best of, un doppio cd che raccoglierà oltre 40 canzoni che hanno segnato la loro produzione artistica. “Modà 2004-2014. L’originale” conterrà anche alcune sorprese per i fan, come una nuova versione dello splendido duetto con Emma Marrone (sulle note del brano “Come in un film” del 2013), oltre ad arrangiamenti accattivanti e inediti che vestiranno e coloreranno i vecchi brani della band. La festa non si limiterà all’uscita di tale progetto, ma proseguirà con il docufilm “Modà – Come in un film – Un sogno che diventerà realtà”, pellicola nelle sale l’11 e il 12 novembre, nata per raccontare, in maniera esclusiva e suggestiva, l’incredibile serata live di San Siro dello scorso luglio. Eppure i primi passi nel mondo della musica non sono stati semplici per i Modà.

Modà

Giovani e con tanti sogni da realizzare, Francesco “Kekko” Silvestre e amici tentano di farsi conoscere nella loro Milano, provando ad esibirsi nei locali della zona e a proporre alcuni brani. E’ il 2002: nessun produttore sembra voler aiutare questi ragazzi pieni di talento e di passione per la musica. Tanti sacrifici, tante serate senza appalusi né sorrisi. Fortunatamente l’entusiasmo e l’ottimismo non hanno mai abbandonato il gruppo, tanto da continuare più agguerriti e determinati con la strada della gavetta. Tenacia che ben presto verrà ripagata. La svolta, infatti, arriva nel 2004, con il primo vero successo firmato Modà: “Ti amo veramente”, brano che anticipa l’omonimo disco d’esordio della band lombarda. Ad aiutare la formazione pop-rock ci pensa Marco Sfratato, direttore artistico dell’Indian Saloon di Bresso (Milano), il quale resta folgorato dalle melodie e dall’energia di questi ragazzi.

Il pubblico gradisce. Le piazze accolgono calorosamente i Modà e i media cominciano a parlare dei loro pezzi come di una ventata di novità e di freschezza nel panorama musicale italiano. Nel 2005, con la partecipazione al Festival di Sanremo (categoria Giovani), Kekko e soci conquistano credibilità e un’altra fetta importante di fan: alle loro spalle non vi è alcuna casa discografica (e questa la dice lunga), ogni singolo mattone è posto soltanto grazie alla forza e al coraggio di questi ventenni. Tra passaggi televisivi e performance live di alto livello, la band riesce a strappare un accordo con l’etichetta Around The Music.

Modà canzoni

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

“Quello che non ti ho detto” e “Malinconico a metà” sono solo alcuni dei singoli che garantiscono ai Modà la presenza nelle radio italiane a cavallo tra il 2006 e il 2007. Ottimi risultati ma assolutamente lontani e imparagonabili considerando quelli che arriveranno da lì a poco. Il nuovo album, “Sala d’attesa”, esce nel 2008, dopo una serie di stravolgimenti: due membri del gruppo, infatti, se ne vanno, rimpiazzati, non senza difficoltà, da due nuovi elementi. Kekko, che per qualche giorno pensa di sciogliere la band, cambia fortunatamente idea e prosegue convinto il cammino verso il successo. Con il brano “Sarò sincero”, Silvestre, frontman e anima dei Modà, mette a segno un altro bel colpo. Poco dopo arrivano sold out in diverse date live e un tour che tocca l’Italia da nord a sud. E’ soltanto l’antipasto, seppur gustoso, dello straordinario exploit dell’anno seguente.

Gioia, ModàEstate 2009: esce “Viva i romantici”, l’album più famoso dei Modà (su etichetta Baraonda). La band sforna canzoni che fanno innamorare giovani e meno giovani, grazie a ballad potenti e rockeggianti, e alle storie d’amore e di tormenti che animano i testi dei loro brani. E’ “La notte” il pezzo trainante del disco, la perla più luminosa e preziosa del nuovo progetto. Visto l’enorme successo di vendite, l’anno successivo i Modà passano a Ultrasuoni, con la quale pubblicano ancora oggi i propri album. Dopo il secondo posto a Sanremo con “Arriverà” (Kekko in duetto con l’amica Emma), la nuova versione di “Viva i Romantici” raggiunge la vetta delle classifiche di vendita e vi resta per decine di settimane, conquistando il disco di diamante (oltre 450mila copie). Escono poi un cofanetto con dvd e cd live del relativo tour, a dimostrazione del crescente affetto del pubblico nei confronti del gruppo, e la versione in spagnolo del brano “Come un pittore”, cantato in coppia con Jarabe De Palo (2012). Il terzo posto sanremese del 2013, ottenuto con la potente “Se si potesse non morire”, e l’uscita dell’album “Gioia”, ancora in classifica dopo due anni, sono nuovi tasselli da aggiungere al ricco puzzle di successi di Kekko e dei suoi musicisti. Dieci anni di carriera che ora vanno celebrati con entusiasmo e soddisfazione, guardando con orgoglio al futuro della band, a preziose e stimolanti collaborazioni, a progetti inediti e canzoni per fare innamorare e divertire nuovi e vecchi fan dei Modà.

Silvia Marchetti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Silvia Marchetti

Silvia Marchetti
Silvia Marchetti, nata a Mirandola (Modena) nel 1981, è giornalista pubblicista e web designer. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università di Bologna, si occupa da anni di Cultura e Spettacoli, pubblicando articoli, recensioni e interviste relative al mondo del teatro, del cinema e, in particolare, della musica. Tra le sue passioni, la buona cucina, i concerti, la moda e Milano, città in cui ha deciso di vivere.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI