Lodovica Comello e il disco Mariposa? Energia e talento

Lodovica Comello pubblica il disco Mariposa, un percorso di dodici canzoni che ci conducono nel mondo di questa talentuosa artista. 

 

Lodovica-Comello-disco-MariposaLodovica Comello è una star mondiale. A tutti gli effetti. La abbiamo conosciuta grazie alla celebre serie “Il Mondo di Patty” ma è con il ruolo di Francesca in “Violetta” che è esploso il suo talento di attrice e, in particolare, di cantante e ballerina. Oggi, l’artista 24enne, originaria di San Daniele del Friuli, ha deciso di spiegare le ali e di volare libera, da sola. Lodovica Comello lo fa con “Mariposa”, disco d’inediti, in uscita il prossimo 3 febbraio per Mas e Sony Music.

Lodovica non rinnega il passato, non intende lasciare in disparte i compagni di avventura della telenovela argentina prodotta dalla Disney (tra cui la protagonista e amica del cuore Martina Stoessel). La Comello ha semplicemente voglia di esprimersi per ciò che è realmente, parlare al pubblico attraverso le sue canzoni e raccontarsi, senza filtri televisivi e senza maschere attoriali. Dopo il successo del suo primo lavoro discografico, “Universo” (uscito nel 2013), Lodo punta in alto con un progetto che piacerà non solo ai milioni di giovanissimi fan sparsi per il globo, ma anche ai più adulti ed esigenti.

Non sono solo canzonette: nel disco “Mariposa” c’è tutto il mondo di Lodovica Comello. Il disco è una sorta di diario personale, uno scrigno che custodisce le emozioni di una giovane donna, cresciuta molto in fretta e che ha vissuto esperienze incredibili. Il nuovo album è un concentrato di sorrisi e di affetto, quelli degli amici che le sono stati accanto lungo il percorso che dall’Italia l’ha portata in Sud America, ma anche di amare delusioni e di dolore, talvolta provocati dal tradimento inaspettato di persone care. In “Mariposa” compaiono anche ricordi legati alla famiglia, alla sua terra d’origine, ed esplode tutto l’amore per il suo fidanzato, perennemente al suo fianco, sul set, in tour e nella vita di tutti i giorni.

Lodovica Comello, una delle dieci artiste italiane più amate e seguite del 2014 (con quasi tre milioni di fan su Facebook) ci regala un album piacevole, un disco che potrebbe tranquillamente essere colonna sonora di un viaggio, ma anche di una serata romantica o in compagnia di amici. Sono tante, infatti, le sfumature che dipingono le ali di Mariposa, farfalla splendente che fugge alla tristezza per trovare un nuovo habitat e un nuovo sé. Lodovica è Mariposa, la sua voce è il volo che la porterà lontano. “Tutto il resto non conta”, canta nella prima traccia del disco, singolo in lingua spagnola che ha già conquistato le radio di mezzo mondo, in vendita da domani su iTunes. “Todo el resto non cuenta” è un brano energico, dalle sonorità dance e coinvolgenti.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Dodici le canzoni che compongono il nuovo album della Comello (diciassette nella versione deluxe). Tra queste, si distinguono per originalità e intensità tracce come “Un viaggio intorno al mondo” (“Sai, ho cercato il posto giusto per me…tra mille sguardi persi…è difficile…ma io mi sento a casa se ci sei anche tu”) e “Un posto libero” (“provo a non confondere la rabbia con le lacrime…le ho dedicate a noi le ultime…”). Lodovica canta in italiano, in spagnolo ma anche in inglese (come nella riuscitissima cover glam rock “We are family” e nella delicata “Love Story”). L’estensione vocale è da brividi in certi pezzi, prova che la ragazza è cresciuta e si è tolta inibizioni e insicurezze. “Eccomi, sono Lodovica Comello. E ora si fa sul serio”, pare voler gridare al mondo intero.

Gioca con la voce, sale e scende di tonalità con facilità imbarazzante. Potenza, forza, carattere. Un’artista inaspettata, orgogliosamente italiana ma dallo sguardo internazionale. Sa scatenarsi, Lodovica, ma riesce anche a emozionarsi e a emozionare chi la ascolta. In “Mariposa” lascia spazio al sogno e alla magia dell’amore, raccontandosi con passione in “No voy a caer” (deliziosa ballad che si poggia sulle note di un pianoforte) e nella martellante “La historia”.

“Ci vediamo quando è buio” chiude in bellezza il secondo disco di Lodovica Comello. Una canzone in cui l’elettronica fa capolino, con l’intenzione di farci viaggiare nel tempo, quasi a volerci catapultare negli anni Ottanta. Questa canzone, insieme alle altre che impreziosiscono il repertorio della giovane cantante e ballerina friulana, troveranno nuova vita e nuova linfa nel Lodovica World Tour 2015. Lodo sarà infatti protagonista di uno straordinario show, dunque non un semplice concerto in musica, che promette di stupire e conquistare Europa e America Latina. In Italia Lodovica Comello si esibirà domani sera a Roma (già sold out), il 7 febbraio sarà invece a Milano, per poi sbarcare a Torino, Napoli, Palermo e Firenze. Una serie di imperdibili date live nelle quali la giovane e grintosa performer darà sfogo alla propria fantasia e alle proprie passioni, dal canto alla danza, con sorprese e coreografie mozzafiato, accompagnata da un nutrito gruppo di musicisti e da ballerini professionisti.

Silvia Marchetti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Silvia Marchetti

Silvia Marchetti
Silvia Marchetti, nata a Mirandola (Modena) nel 1981, è giornalista pubblicista e web designer. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università di Bologna, si occupa da anni di Cultura e Spettacoli, pubblicando articoli, recensioni e interviste relative al mondo del teatro, del cinema e, in particolare, della musica. Tra le sue passioni, la buona cucina, i concerti, la moda e Milano, città in cui ha deciso di vivere.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI