Laura Pausini, Ho creduto a me: il nuovo singolo è in radio

Le note dolci e delicate di un pianoforte aprono una delle canzoni più belle di Simili, il nuovo album di Laura Pausini che racconta in questo pezzo un’altra storia con voce suadente, dolce ma sempre incisiva. Il pezzo comincia con un sussurro. Una lieve carezza. Un momento intimo e profondo, nel quale trapelano emozioni viscerali. Ho creduto a me smorza il respiro, perché ci siamo trovati tutti a fare delle scelte, mentendo agli altri ma non a noi stessi. “Ho creduto a me ferma a una stazione, vuota di allegria piena di persone, vince chi rimane io resto. Ho creduto a me come fossi un’altra che mi dice passa, passa anche sta volta, che mi dice ascolta, quello che sai già. Volevo solo appoggiarmi a un cuore e avere il tempo per costruire, quando per non dire troppo e non ho detto mai, quando il sangue nelle vene era piombo ormai (…)”.

laura-pausini-ho-creduto-a-me-nuovo-singolo

Ho creduto a me, però, non è un canto disperato, né rassegnato. Pone al contrario in evidenza la forza di una donna che crede nelle sue potenzialità, che fa le cose con il cuore, che pur sentendo quel “mi spiace” non si piega e sa dire No. Ho creduto a me è il quarto singolo del nuovo album e la sesta traccia di un disco ricco di spunti, diverso eppure così simile in alcune sfumature ad alcuni lavori precedenti di Laura Pausini. Il pezzo nel disco segue Chiedilo al cieloun brano soft in cui la cantante parla di promesse sotto la pioggia mai mantenute, di perdono e dell’impossibilità di mettersi contro la volontà – e anticipa Nella porta accanto.

Questa canzone evidenzia bene le doti canore di Laura Pausini, così come del resto fa Ho creduto a me. Il nuovo singolo è in rotazione radiofonica da oggi, 26 agosto 2016. Il pezzo è un surrogato di emozioni che ravviva l’anima soprattutto di quelle donne bisognose di riscatto. “(…) Ho creduto a me, ai miei occhi scuri, come certe sere quando non respiri, quando cade il cielo, ma non muori tu, e finisce qui questa pioggia fine che svernicia l’aria come una stagione, ho mentito a tutti ma ho creduto a me. Volevo solo sparare a un cuore, un colpo senza silenziatoreeee (…) Quando hai detto mi spiace, troppo poco però e hai deciso di uscire, di tacere un dolore, io davvero no”, canta la Pausini alzando il ritmo verso il finale con una chiusa improvvisa che non ammette repliche. Laura Pausini, che è impegnata con il Simili Tour, canta l’amore in tutte le sue forme e porta il meglio della musica italiana nel mondo.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI