L’amore all’improvviso: trama, recensione e trailer del film

L’amore all’improvviso andrà in onda stasera su Rete 4, alle 21.15. Scritto, diretto e interpretato da Tom Hanks, il famose attore si cimenta in una commedia romantica sulle seconde possibilità della vita. Nel cast anche una raggiante Julia Roberts.

Voto: (3 / 5)

L-amore-all-improvviso-trama-trailer-film-recensioneEra dai tempi di Music Graffiti che Tom Hanks non dirigeva un film per il grande schermo. Dopo ruoli brillanti e pellicole di importante spessore, con Larry Crowne – L’amore all’improvviso, il celeberrimo attore torna dietro la macchina per dirigere un lungometraggio brillante ma non troppo, intenso ma con scarso spessore, che vale la pena di essere visto solamente per la bravura di Tom Hanks ed il sorriso contagioso di una fantastica Julia Roberts.

L’amore all’improvviso è un film sui sentimenti, sulle seconde opportunità e sulle gioie che la vita – quando mene te lo aspetti – può regalare. Lo sa bene Larry che da affabile e convincente venditore in un centro commerciale, si trova senza lavoro e con un debito in banca da saldare. Senza una vera istruzione universitaria ma con un passato nei Marines, l’uomo decide di iscriversi al college e, chissà, trovare la strada giusta da intraprendere. Si inscrive sia a un corso di economia, guidato da un folle insegnante di origini giapponesi, che ad un corso di linguistica nato per limare le capacità di parlare in pubblico. In questo contesto Larry rimarrà folgorato dalla professoressa Mercedes; lei annoiata dalla vita e con una complicata situazione matrimoniale alle spalle, vedrà nella simpatia e nell’affabilità di Larry, un modo per ritrovare una stabilità emotiva. Tra i due nascerà una romantica storia d’amore sullo sfondo di un’anonima cittadina di provincia.

Se non fosse per la grande alchimia che si respira fra Tom Hanks e Julia Roberts, il lungometraggio forse non avrebbe lo stesso fascino ed appeal, perché in tutta sincerità L’Amore all’improvviso, è un film che si dimentica facilmente. Idealizzato come una commedia sull’amore, il lungometraggio invece, ha un substrato ben più interessante che purtroppo si perde in una narrazione per nulla incisiva ed in poche battute ad effetto. Un’occasione sprecata per il talentuoso attore che nella sua seconda prova da regista, non fa altro che concepire un film melanconico, povero di veri e reali sentimenti, e con una trama che si districa con troppa lentezza, capitolando poi in un finale prevedibile e per nulla emozionante. Ma c’è del buono in l’Amore all’improvviso, perché il film nonostante tutto, vuole essere un inno alla vita, all’amore, all’amicizia quella vera, sensazioni che traspaiono dalle situazioni e dai momenti goliardici di cui i personaggi ne sono protagonisti.

Infatti per Larry conoscere ed assaporare le gioie universitarie è un momento di grande importanza per la sua crescita interiore; il personaggio nel mettersi al confronto con una realtà diversa dal solito, scopre un nuovo modo di porsi con le persone e per una volta riesce a sorridere alla vita nonostante i grandi problemi che ha di fronte. D’altro canto, la professoressa Mercedes, se non fosse per la grande forza di volontà che traspare dall’umore di Larry, non avrebbe trovato le forze necessarie per dare uno scossone alla sua vita, troncare con un marito disamorato, ed aprire il cuore alla scanzonata verve comica di Larry.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Trailer del film L’amore all’improvviso

L’amore all’improvviso, datato 2011, è una vera occasione sprecata perché in un film così tracotante di emozioni e brillanti spunti di riflessione, si poteva dar vita a qualcosa di più profondo ed ilare; il regista invece non ha voluto osare portando nelle sale un lungometraggio statico che verrà ricordato solo per il sorriso accattivante di Julia Roberts e quel bacio finale fra i due protagonisti. Per il resto, il film diretto da Tom Hanks, è del tutto pleonastico: un vero peccato per il grande talento di un attore che da solo ha costruito la sua fortuna.

Carlo Lanna

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Carlo Lanna

Carlo Lanna
Carlo è un ragazzo spigliato, timido e sognatore. Di origini casertane (ma sogna di vivere a Londra), è rimasto fatalmente attratto dal mondo del cinema quando, a 13 anni, ha visto per la prima volta "Il delitto Perfetto" del grande Hitchcock. Accanito lettore di saghe fantasy e cultore dell'arte seriale americana, Carlo vorrebbe che questa insana passione per la settima arte diventasse un lavoro a tutto gli effetti. Sarà un cammino lungo ed irto di ostacoli, ma è convinto che le soddisfazioni arriveranno molto presto.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI