JAx, Maria Salvador: nel testo i motivi del successo

j-ax-maria-salvador

 

Continua il successo di JAx e Maria Salvador, la canzone più amata del momento. Con un testo allegro, il brano è spudoratamente sfacciato, musicalmente inebriante e artisticamente innovativo, sincero quanto basta a rendere JAx un’icona di stile, ironia e divertimento. Il rapper milanese dimostra di essere in splendida forma: non lo vedevamo così ispirato dai tempi degli Articolo 31, gruppo con il quale si è fatto conoscere e con il quale ha dominato la scena rap n’roll italiana fino al 2006, anno in cui Ax ha deciso di intraprendere la carriera solista. Dopo diversi album e progetti paralleli, è arrivato nel 2015 il disco della consacrazione: “Il Bello d’esser brutti” (Newtopia/Sony Music), multiplatino e ancora altissimo in classifica nonostante sia uscito già da parecchi mesi. Risultati straordinari che trovano una spiegazione nel talento, nella passione e nella tenacia di Alessandro Aleotti, vero nome del cantante 43enne, così come nell’intuito e nella lucidità con i quali scrive i propri testi, per accompagnarli a ritmi e melodie sempre ricercati e accattivanti. “Maria Salvador”, l’ultimo singolo estratto dal fortunato album di JAx, ne è l’esempio lampante (costantemente ai primi posti delle charts e oltre 33 milioni di visualizzazioni per il bellissimo videoclip del brano).

J-AX

Un pezzo che ipnotizza già alle prime note, capace di suonare la carica e di risvegliare anche i morti. In collaborazione con Il Cile, che canta il ritornello della canzone, Ax è riuscito nell’impresa di realizzare un bel mix di sonorità reggae, hip hop, rock e pop, generi che qui si incontrano e si fondono per trasmettere energia e accendere la voglia di far festa. JAx non ha peli sulla lingua e dice ciò che pensa, nel bene e nel male. Accende il cervello e spegne insicurezze e timori reverenziali. Non teme rivali e se ne frega delle critiche. La verità, la sua verità, prima di tutto e davanti a tutti. Per dire stop alla nauseante ipocrisia e al finto perbenismo su cui si basa la società di oggi. “Sono tutti presi male dall’invidia verso gli altri, serve mantenersi calmi con il metodo Bob Marley”, canta JAx in “Maria Salvador”. La canzone parla di come la maggioranza delle persone vivono: siamo tutti, o quasi, schiavi delle mode, del denaro, dello stress e dell’apparenza. Il brano è autobiografico, un condensato di parole chiave che descrivono la giornata tipo del suo autore e interprete, dalla sveglia alla mattina fino a notte fonda. Una successione di azioni, incontri, rituali, situazioni. Dal lavoro all’amore, le abitudini sposano il dovere, le aspettative procurano ansia e pensieri, causando uno stato di tensione emotiva che può essere affrontato e superato solo in un modo: facendosi una bella canna! Questo è il messaggio, piaccia o no, di Jax in “Maria Salvador”. Una piccola, grande rivoluzione “tra le note di questa canzone”, dove “non è verde soltanto l’invidia che divora la società, ma è verde una foglia che vibra…piccolo spazio pubblicità”, recita il ritornello de Il Cile.

MARIA SALVADOR JAX

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Ax confessa di voler ignorare l’angoscia del mondo, osserva facoltosi russi fare acquisti milionari da Trussardi (“erano zar ora sono diventati zarri”), sguazza tra i fan raccolti in massa fuori dallo studio di registrazione, scrive i testi, ascolta la base, incide il brano. E poi via, corsa in auto con autista, stylist, segretaria, verso nuovi appuntamenti e doveri.Sempre con l’amica maria (e non è la De Filippi) a calmare le acque e a scacciare incubi e malesseri che la quotidianità crea. “Sanno che fumo anche finanza e interpol, sanno anche che ho l’avvocato di Andreotti e Amanda Knox. Dice che mi fotte il cervello. Per adesso ho tre partite IVA, casa, barca, moto, Porsche…”, afferma JAx in “Maria Salvador”. Non ha mai nascosto il suo “vizio preferito”, già ai tempi degli Articolo 31 cantava beatamente “Ohi, Maria, ti amo”, inno di diverse generazioni di giovani. Oggi, a 20 e più anni di distanza, JAx è ancora qui, a cantarle a tutti, senza censure, senza rimpianti, né rimorsi. Ed è più forte di prima, come persona e come artista. JAx-Maria-Salvador-testoIl successo è un premio meritato: sono pochi i cantanti, in Italia, che hanno il coraggio di parlare a ruota libera e che sono capaci di leggere la realtà in cui viviamo con occhio critico ma propositivo. JAx è amato non solo dai ragazzi, ma anche dai più adulti e maturi, gli stessi che sono cresciuti con lui, con le sue canzoni negli anni Novanta, che hanno sognato e sperato di conquistare diritti e libertà. Libertà di accettarsi e di amarsi, nonostante difetti e vizi, di non aver paura di essere ciò che si è, di seguire sempre le passioni, senza vergognarsi di godersi la vita e di divertirsi. Dunque accendete lo stereo, alzate il volume, e concedetevi un momento di relax e di svago con Jax e la sua “Maria Salvador”!

Il video

Silvia Marchetti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Silvia Marchetti

Silvia Marchetti
Silvia Marchetti, nata a Mirandola (Modena) nel 1981, è giornalista pubblicista e web designer. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università di Bologna, si occupa da anni di Cultura e Spettacoli, pubblicando articoli, recensioni e interviste relative al mondo del teatro, del cinema e, in particolare, della musica. Tra le sue passioni, la buona cucina, i concerti, la moda e Milano, città in cui ha deciso di vivere.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI