Il Volo, i tenori conquistano Bologna

 

©Franco Buttaro
©Franco Buttaro

C’è chi ha fatto sei ore di fila e chi invece più di quattrocentro chilometri per vederli da vicino. Già dal primo pomeriggio a Bologna, nella centralissima via D’Azeglio, è un brulicare di ragazzine ma anche di signore, di persone di mezza età. Insomma è Il Volomania: tutti sperano di farsi firmare una copia del loro lavoro “Sanremo grande amore”, o di abbracciare Il Volo, i vincitori del Festival della canzone italiana e magari immortalare quel momento con un selfie.
Pietro Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble a Bologna giocano in casa: nella città delle Due Torri risiede infatti il lor mentore e manager Michele Torpedine, così come di Bologna è anche Celso Valli, l’arrangiatore di “Grande amore”, ed ancora il maestro Sergio Bertocchi, l’insegnante di canto che ha rifinito la voce di Gianluca. Ma non è finita, perchè a Bologna gli ex tre tenorini hanno inciso diversi lavori e come spiegano: «Il prossimo mese iniziamo anche il nuovo album per il mercato internazionale che uscirà in autunno».

Il Megastore Mondadori di via D’Azeglio, quasi di fronte la casa di Lucio Dalla, non si era mai visto così pieno. Insomma, dopo aver coqnuistato l’altra parte del mondo, i tre ragazzi prodigio continuano ad ottenere grandi consensi anche in Italia. Insieme, salutando il pubblico bolognese spiegano: «Al contrario di quanto affermato da numerosi critici, secondo cui, eravamo apprezzati solo dai settantenni, la nostra musica è invece amata da tante generazioni diverse». Durante la giornata bolognese, sia in mattinata, quando i tre ragazzi sono stati ricevuti dal Questore per un incontro informale, che prima del firmacopie alla Mondadori, hanno confermato le voci di un loro trasferimento a Bologna. Ignazio (bolognese di nascita anche se ha vissuto in Sicilia) prenderà casa con Piero, il cui fratello studia lettere moderne all’Alma Mater, mentre Gianluca farà la spola dall’Abruzzo. «Questa città ci piace e spesso ci passiamo per lavoro, siamo a metà strada tra Milano e Roma quindi abbiamo deciso di trovare una casa pe noi, così da non pernottare sempre in albergo».

 

©Franco Buttaro
©Franco Buttaro

 

La storia de Il Volo sembra quasi una favola, dai tempi di “Ti lascio una canzone” alla ribalta mondiale. Eppure nei loro occhi c’è quella purezza e quella luce tipica dei ragazzi per bene. E adesso tra i prossimi obiettivi, quello di rappresentare l’Italia nel modo migliore alla sessantesima edizione dell’Eurovision Song Contest. La favola continua…

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Emilio Buttaro

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Emilio Buttaro

Emilio Buttaro
Classe 1967 ha iniziato a svolgere attività giornalistica all’età di sedici anni. Nell’85 ha vinto il concorso nazionale “Vota lo speaker” indetto dalla FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo) e l’anno dopo è stato il più giovane cronista accreditato al Festival di Sanremo. Laureato in Scienze Politiche ha presentato diverse manifestazioni come il Premio Internazionale di poesia “Nosside”. Attualmente collabora con varie testate giornalistiche tutte di portata nazionale tra cui: Il Messaggero, Radio 24-Il Sole 24 Ore, La Stampa (redazione sportiva), Radio TV Capodistria, SBS emittente radiotelevisiva continentale australiana, Agenzia di Stampa Italpress, Cultura & Culture e Costantini Editore.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI