“Il clima cambia le città”. Se ne parla a Venezia

Il clima cambia le citta“Il Clima cambia le città”. Un titolo che ben sintetizza quello che sarà il tema della due giorni che si terrà a Venezia il 23 e il 24 maggio, all’interno dell’Aula Tafuri di Palazzo Badoer. Un’iniziativa che avrà al centro del dibattito, infatti, l’adattamento climatico in ambito urbano, promossa dall’Università Iuav di Venezia e da Legambiente.

Tesi da cui si partirà per sviluppare il dibattito sarà, quindi, quella che le città stanno cambiando in conseguenza ai mutamenti climatici. Ipotesi, questa, che sarà sostenuta attraverso l’illustrazione di analisi e ricerche che, sempre con maggiori dettagli, descrivono i cambiamenti avvenuti negli ecosistemi, in un contento in cui l’aumento dei fenomeni meteorologici estremi sta diventando una costante in ogni parte del Pianeta, generando impatti sociali che, proprio nelle aree urbane, determinano conseguenze spesso drammatiche.

Come si devono preparare le città per capire questi cambiamenti e per ridurre rischi e impatti? Quali strategie di adattamento si devono mettere in campo per affrontare questo nuovo scenario a livello nazionale e urbano? Queste e molte altre le domande a cui il programma di conferenze di Venezia intende rispondere, nel tentativo di fare il punto sulla ricerca e sulle sperimentazione a livello internazionale in tema di adattamento ai cambiamenti climatici. Obiettivo, quindi, quello di riuscire a delineare apparati conoscitivi, approcci progettuali e nuove politiche di pianificazione e di intervento.

Durante l’incontro saranno presenti, tra gli altri, l’ex ministro dell’Ambiente Corrado Clini, il vicepresidente della Regione Veneto Marino Zorzato, il rettore dell’Università Iuav di Venezia Amerigo Restucci, il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza e l’assessore all’Ambiente del Comune di Venezia Gianfranco Bettin.

 

Commenti

commenti

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI