Gucci Guilty Absolute e lo spot con Jared Leto
28 giugno 2017
Redazione (4047 articles)
Share

Gucci Guilty Absolute e lo spot con Jared Leto

Gucci Guilty Absolute è un profumo dagli aromi legnosi che ti entra nell’anima riempendo tutto il tuo essere di meraviglia e charme. L’essenza parla al maschio di oggi ma ha un retrogusto antico! La maison italiana ha scelto per il lancio un attore del calibro di Jared Leto, girando lo spot nientemeno che a Venezia ed insistendo sulle tonalità del seppia per condurci in un’altra dimensione tra sogno e realtà. L’attore americano, che ha vinto l’Oscar con la magistrale interpretazione in Dallas Buyers Club, appare in tutto il suo appeal, fra luci ed ombre. La città, che vive sulle acque, sa essere eternamente moderna pur mantenendo il contatto con il passato. Ed è proprio questo ciò che traspare dallo spot. Leto è un uomo vivo che non rinnega una parte di sé e neanche le proprie emozioni; anzi fa leva su queste ultime per esprimere ciò che ha nel cuore. La fragranza odora di terra, di buono, di essenze che restano impresse nel tempo: come tutte le fragranze uomo Gucci Absolute colpisce, nei sensi e nel cuore.

Gucci Guilty Absolute all’inizio sa di cuoio, poi gradualmente prendono vigore il Patchouli e il Cipresso, per lasciare spazio agli aromi del legno, tra questi prevale il Vetiver. Le note di testa svaniscono subito perché è il cuore e gli istinti che contano. La mente è soltanto un limite e deve farsi da parte, come si evince nello spot con Jared Leto.

Ma Gucci Guilty Absolute è anche immagini che affiorano attraverso l’olfatto, il senso più antico per antonomasia. Immagini oniriche che si affollano nella mente di chi annusa dandoci l’impressione che ogni momento può essere reso eterno se vissuto intensamente, sulla scia di Venezia, una città raffinata, anticonformista, seducente ed effimera nei suoi angoli nascosti che si prende sul serio e gioca con la propria identità indossando la Maschera quando è necessario. Il cipresso è un albero stabile, che si erge verso l’alto ma che mantiene salde le proprie radici. Proviene dal bacino del Mediterraneo ed è la pianta dell’oltretomba, delle tenebre, degli spazi nascosti ed interni. Le foglie sono sempreverdi (infatti è il simbolo dell’immortalità), il legno è aromatico e duro (Ercole lo usò per la sua clava). Ma il Cipresso è anche sinonimo di luce e in Oriente rappresenta la fertilità.

Gucci spot Leto

Questa doppia sfaccettatura rende l’uomo che indossa Gucci Guilty Absolute estremamente contraddittorio ed audace. Ma queste antinomie vengono rese ancor più forti dal profumo intenso, acre e persistente del Patchouli. Il Vetiver invece, che si sente per ultimo, stabilizza l’umore. Basti pensare che in India la pianta, da cui si estrae l’aroma, viene piantata dove il terreno si sta erodendo, proprio per riequilibrarlo. Aiuta, dunque, a connettersi con la Terra, con le radici innanzitutto, e a ritrovare il proprio scopo nella vita stabilizzando l’umore. Nello spot vedete anche due donne che seducono Leto. In realtà sono loro stesse sedotte dalla fragranza perché il Vetiver è un potente afrodisiaco femminile. E` lui, che con il suo Gucci Guilty Absolute, detta le regole chiamando a sé Eros.

Leto non è il classico maschio latino, è un uomo dalla personalità ambigua che seduce con la forza dello sguardo, perché ha carattere e una creatività che va oltre lo spazio definito per abbracciare l’indefinito. Vogliamo dare un colore al profumo? E allora la fantasia ci porta tra le tonalità del marrone, come nello spot. Qui nulla è casuale. Il cuoio richiama alla mente le cinture e le scarpe, ma l’effetto è momentaneo, non duraturo. La Musica dello spot è Adagietto from 5th Symphony e ci porta tra i confini della Settima Arte, creando un’atmosfera romantica e coinvolgente. Gucci Guilty Absolute è nato dalla collaborazione tra Alessandro Michele e il profumiere Alberto Morillas. La fragranza, come lo spot, è irresistibile, a metà strada tra il classico e il contemporaneo, in un mix di sinfonie meravigliose che scuotono tutti i nostri sensi, dall’olfatto passando per il tatto per arrivare alla vista. Si dice che “gli occhi vogliono la loro parte” e, infatti, Gucci Guilty Absolute tramite lo spot non ci lascia nell’indifferenza. Mai. Nemmeno per un attimo. La sua scia resta tra le coperte di un hotel lussuoso nella laguna veneta dove un uomo come Leto ha lasciato la propria impronta indelebile.

Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.