DONA (UNC): PIU` PRECAUZIONI CON I TELEFONINI

© rangizzz – Fotolia.com

«Dopo la sentenza della Cassazione ciascuno guarderà diversamente il proprio cellulare». E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), riferendosi alla recente sentenza della corte di Cassazione che ha riconosciuto una pensione di invalidità all’80 per cento ad un ex manager bresciano che per dodici anni aveva utilizzato il telefonino per una media di sei ore al giorno, ammalandosi di una forma di tumore benigno.

«Per la prima volta si riconosce nel nostro Paese un legame tra l’uso del telefonino e l’insorgenza dei tumori -prosegue Dona- il che potrebbe aprire la strada a risarcimenti per i consumatori danneggiati. Non possiamo ancora trarre conclusioni scientifiche sui singoli casi, ma visto quanto ciascuno di noi è esposto alle onde elettromagnetiche, è bene attuare una politica di precauzione: dovremmo evitare che i bambini utilizzino il cellulare e anche gli adulti dovrebbero dare il buon esempio, evitando lunghe telefonate e comunque utilizzare sempre l’auricolare. Durante la notte, poi, il telefonino andrebbe sempre spento mentre di giorno sarebbe preferibile evitare di tenerlo in tasca o a contatto con il corpo».

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Lascia un commento