Dicembre, il Natale e la magia dell’inverno
4 dicembre 2017
Maria Ianniciello (1230 articles)
Share

Dicembre, il Natale e la magia dell’inverno

E` arrivato dicembre, il mese delle feste, del Natale, della gioia, dell’attesa, della luce che risplende nelle nostre vite proprio come gli addobbi natalizi. Nella tradizione cristiana questo periodo dell’anno coincide con la nascita di Gesù. La magia del Natale ogni anno si rinnova dandoci emozioni sempre nuove perché la natività è espressione non solo dei nostri valori e della nostra tradizione ma è anche ricca di simboli, nei quali è custodito già il destino di Gesù Cristo. Ora, a prescindere dalla vostra fede, dicembre è comunque un mese importante per tutta la Natura e per il nostro organismo che ormai si è chiuso in sé in attesa di aprirsi a primavera.

Nella chiusura, tuttavia, come ci insegna l’antica Medicina Cinese, c’è già apertura. Per esempio nell’alba c’è già un pezzo di tramonto e così nell’inverno che contiene in sé il seme della primavera e quindi dell’estate. Festeggiare il Natale non significa solo e giustamente rievocare la nascita di Gesù bambino e con essa tutti i valori del Cristianesimo ma equivale a una presa di consapevolezza di ciò che accade in Natura in questo specifico periodo dell’anno. Dicembre è il mese in cui la lunga fase di rallentamento dei cicli naturali giunge a termine e insieme anche il periodo in cui inizia la rigenerazione, come sottolineato in precedenza.

dicembre

Dopo il solstizio d’inverno, che è il giorno più breve dell’anno, comincia un lento ritorno della luce solare che accompagna la rinascita della Natura e di conseguenza la nostra. Il corpo gradualmente si risveglia, un passo alla volta. Ora in Medicina Tradizionale Cinese l’inverno è accomunato all’elemento acqua, ai Reni, alla vescica, al colore nero, al sistema nervoso, alle ossa, all’udito, alla saliva. Tenere in buona salute i Rene è dunque molto importante in questo periodo.

Un eccesso di sapore salato squilibra l’energia dei Reni, creando problemi anche al fegato e di conseguenza agli altri organi. Consumare cibi che ci riscaldano, evitando gli alimenti freddi (come le verdure crude oppure i frutti esotici, che spesso a Natale abbondano sulle nostre tavole): questo è il mio consiglio. Se poi ci sentiamo spossati e soprattutto statici, il mio suggerimento è quello di accogliere questa stasi regalandovi piccoli momenti di piacere; magari un bagno rilassante, un massaggio, una cena a lume di candela, una cioccolata fondente, una tisana… Accogliendo l’inverno ci prepariamo alla rifiorita primaverile…

Maria Ianniciello

Maria Ianniciello

Direttore responsabile e coeditrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Presenta spettacoli vari (sfilate e concerti) e modera convegni. Su Cultura & Culture, oltre a occuparsi di libri, attualità e arte, è responsabile della sezione Cinema.

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.