«DI CANCRO INFANTILE SI GUARISCE»

Fotolia.com
Fotolia.com

Oggi e domani è stato allestito un programma con una serie di iniziative organizzate dalla Federazione Italiana delle Associazioni di Genitori Oncoematologia Pediatrica – in occasione dell’XI Giornata Mondiale contro il cancro Infantile, promossa in 85 Paesi nel mondo dalla Confederazione Internazionale delle Organizzazioni di Genitori di Bambini malati di Cancro – ICCCPO, International Confederation of Childhood Cancer Parent Organizations. L’appello è  “Di cancro infantile si può guarire, non perdiamo tempo”.

L’obiettivo di questa edizione è di catalizzare l’attenzione dell’opinione pubblica, delle Istituzioni, dei pediatri e delle famiglie sulla basilare importanza di una diagnosi tempestiva. Il cancro nei bambini è curabile. Tuttavia, una diagnosi tardiva diminuisce sensibilmente le possibilità di guarigione. Nei Paesi definiti “ricchi” 8 bambini su 10 guariscono, ma nelle nazioni più svantaggiate soltanto da 2 a 3 bambini su 10 sopravvivono, a causa della diagnosi tardiva e della mancanza di equipes mediche specializzate e dotate delle necessarie attrezzature. Questo significa che ogni hanno nel mondo muoiono oltre 90mila bambini perché non si fa abbastanza. Secondo l’AIEOP, in Italia ogni anno si ammalano di tumore (linfomi e tumori solidi) o leucemia 2100 bambini, 1 bambino su 650 entro i 15 anni di età. Sebbene sia un evento raro e le percentuali di guarigione siano alte, i tumori rimangono la prima causa di mortalità da malattia nei bambini. Ogni anno il numero è in leggera crescita. Oggi 165 bambini delle quinte elementare e prime medie di Roma, accompagnati da insegnanti e genitori hanno lanciato i palloncini dalla Piazza del Campidoglio. Nella Sala della Protomoteca si è svolto un incontro, a cui hanno partecipato Riccardo Riccardi, direttore dell’Unità Operativa Complessa del reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico Agostino Gemelli, insieme ad altri ospiti. L’argomento ? “I nuovi farmaci vi faranno meno male”. Lo stesso evento “Ali di Scorta”, grazie al coinvolgimento dell’URP del Policlinico Agostino Gemelli, del Reparto di Oncologia Pediatrica dell’Ospedale stesso, è stato proposto alle 15. Hanno partecipato i bimbi del Reparto che hanno lanciato i palloncini dalla terrazza del Reparto oncologico del Policlinico del Gemelli. Domani, sabato 16 febbraio alle 9.30, presso il Palacongressi Oltremare di Napoli – sala Stromboli – si terrà il convegno “Precocità della diagnosi in oncologia pediatrica”, organizzato da FIAGOP insieme ad AIEOP (Associazione Italiana Ematologia Oncologia Pediatrica), con la collaborazione dell’Associazioni locali Carmine Gallo, A.c.L.T.I e OPEN onlus che operano presso l’Ospedale Pausilipon. I lavori saranno aperti alle ore 9,30 da Pasquale Tulimiero, presidente FIAGOP e dal Prof. Andrea Biondi, Presidente AIEOP. Alle 15, nel corso dell’incontro tra le associazioni federate, videoconferenza: gemellaggio Pausilipon – Gaslini. Si tratta della dimostrazione del progetto pilota che FIAGOP intende realizzare per la creazione di una rete nazionale per lo scambio di informazioni e immagini per le diagnosi a distanza tra i vari centri di oncoematologia pediatrica affiliati AIEOP.

 

 

 

Commenti

commenti

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI