ALLARME INCENDI, CONFAGRICOLTURA: MOLTI ROGHI SONO DOLOSI

© Evgeni Dubinchuk - Fotolia.com

«Gli agricoltori sono allarmati per la recrudescenza dei roghi che anche domenica hanno imperversato, con la flotta aerea anti-incendio della Protezione Civile impegnata su 33 gravissimi incendi a supporto delle squadre di terra, soprattutto in Sicilia e Sardegna, ma anche nel Centro-Sud». Lo sottolinea Confagricoltura che, con le proprie strutture territoriali, sta monitorando attentamente la situazione.

«La siccità e il grande caldo sicuramente agevolano l’autocombustione – avverte Confagricoltura – ma molti roghi sono di origine dolosa. Per il Corpo Forestale il 65 per cento degli incendi del primo semestre dell’anno sono stati appiccati per cause dolose». Nel periodo da gennaio a giugno, rispetto all’analogo periodo del 2011, gli incendi delle superficie boschive sono aumentati del 157 per cento e, rispetto al precedente triennio 2009-2011, del 194 cento. Confagricoltura esorta quindi le autorità preposte (Corpo Forestale, Protezione, Civile, Vigili del Fuoco) a non abbassare la guardia, sia nella prevenzione, sia nell’attività antincendi vera e propria, sia nell’ attività investigativa e di repressione (l’incendio boschivo è un delitto contro la pubblica incolumità e, come tale, perseguibile penalmente).

Confagricoltura ricorda che «quasi i due terzi dei boschi italiani sono privati, e soprattutto degli agricoltori, che assolvono con continuità a precisi compiti di manutenzione, pulizia e selvicoltura, spesso insufficienti di fronte al dolo. La gran parte degli incendi interessa proprio le superfici boschive private (ma anche pascoli, allevamenti, strutture) con ripercussioni sui redditi e danni, spesso irrecuperabili, all’agro-ecosistema, che penalizzano tutta la collettività».

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI