Al via Venezia 71: star, glamour e politica in passerella

Emma Stone ©Asca
Emma Stone ©Asca

 La Mostra del Cinema di Venezia è finalmente cominciata. Il film di Gonzalez Alejandro Inarritu, Birdman, ha ovviamente calamitato l’attenzione dei cinefili ma soprattutto i fan del tappeto rosso che si sono visti sfilare davanti Michael Keaton, Emma Stone ed Edward Norton a pochi minuti di distanza. Una cerimonia all’insegna dell’eleganza e della sobrietà ha dato il via alla rassegna cinematografica più antica del mondo. Emma Stone ha illuminato come un faro gli occhi dei fotografi che cercavano di trovare lo scatto migliore per immortalare i suoi capelli rosso fuoco, la sua pelle candida ed il suo sguardo magnetico. La star hollywoodiana non ha fatto dunque rimpiangere Belen Rodriguez, che era attesa sul red carpet ma che ha deciso di non venire.

Le italiane non sono state da meno a partire ovviamente dalla madrina, Luisa Ranieri, che per l’occasione ha sfoggiato uno splendido abito blu notte firmato Giorgio Armani. Quest’ultimo è stato scelto anche dal presidente della giuria, il compositore Alexandre Desplat e dall’applauditissimo Carlo Verdone. I divi della televisione italiana da Barbara D’Urso ad Alessandra Mastronardi sono stati però offuscati dalla presenza della francesina Julie Gayet, che più che per il film che presenterà al Lido è conosciuta per aver avuto una liason con il Presidente francese François Holland. In Sala Grande prima di gustarsi il meraviglioso Birdman il pubblico ha tributato un’inaspettata standing ovation al Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano.

 

In passerella hanno inoltre sfilato James Ivory, Bianca Balti ma anche il presidente di Venezia Classici, ovvero il celebre regista Giuliano Montaldo. Non è mancata la presenza dei politici tra cui il ministro dei beni culturali Dario Franceschini e Daniela Santanchè.

13513-Pre-opening_screening_-_P._Baratta__A._Barbera____la_Biennale_di_Venezia_-_Foto_ASAC__3_
Pre opening ©Asca

La cerimonia è stata introdotta dal presidente della Biennale, Paolo Baratta, che ha sottolineato come la Mostra debba mantenere un rilievo internazionale ma che per farlo sia necessario avere coraggio e qualità. Unica nota stonata della serata di apertura del festival è stata la protesta dei dipendenti del Comune di Venezia, che hanno formato un corteo di circa mille persone che ha attraversato il Lungo Mare ed il Viale.

Insomma, oltre al glamour e al buon cinema, la politica ha avuto un posto di rilievo durante la prima giornata della Mostra.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Qui il video della cerimonia inaugurale

Rosa Maiuccaro

 

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Rosa Maiuccaro

Appassionata di cultura, sport e scrittura fin dalla tenera età, sto lavorando affinché le mie passioni possano diventare un lavoro a tempo pieno. Come diceva Confucio: "Scegli il lavoro che ami e non lavorerai mai, neanche per un giorno in tutta la tua vita". Il cinema, la lettura, il teatro e la danza mi hanno cambiato la vita. Ho scoperto un mondo in cui non ci si sentiva mai soli e dove era possibile essere davvero se stessi. Tramite la mia scrittura, tento di dare accesso a quel mondo favoloso al maggior numero di persone possibili. Per il resto, come sosteneva Fellini, è la curiosità che mi fa svegliare la mattina.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI