A MILANO “AFFETTI – EFFETTI DELL’ARTE”
8 febbraio 2013
Redazione (4050 articles)
Share

A MILANO “AFFETTI – EFFETTI DELL’ARTE”

© Enrico De Vita - Fotolia.com

© Enrico De Vita – Fotolia.com

A Milano un nuovo progetto per il sociale. Si chiama  “Affetti – Effetti dell’Arte” e prenderà il via al Museo del Novecento il 14 febbraio. Il progetto sperimentale – nato dalla collaborazione tra l’associazione di familiari per la Salute mentale, La Tartavela Onlus, il Dipartimento di Salute mentale dell’ospedale Sacco ”, il Tavolo di Coordinamento della Salute Mentale e il Museo del Novecento stesso – è promosso dall’Associazione Tartavela e si propone di rendere accessibile a persone con disagio psichico il patrimonio ospitato nel Museo Novecento (e in prospettiva anche negli altri musei), offrendo occasioni d’incontro e integrazione tra chi vive l’esperienza del disagio psichico e il mondo della cultura e della società più in generale. In particolare si tratta di sei giornate formative rivolte a persone con disagio psichico, programmate anche allo scopo di far sperimentare ai corsisti competenze e abilità spendibili in un futuro lavorativo, come “mediatori/guide culturali “,  nei musei e nelle gallerie cittadine.

La direttrice del Museo del Novecento e i suoi più stretti collaboratori, dalla responsabile della didattica, ai volontari del Servizio Civile, sono convinti che, «attraverso il riconoscimento del valore della differenza e l’accoglienza verso tutti i visitatori diversamente abili, di qualsiasi natura sia la loro disabilità, l’offerta stessa del Museo non possa che uscirne arricchita». I dodici partecipanti sono stati selezionati in base a criteri condivisi dai professionisti del Dipartimento Salute Mentale dell’Ospedale “Luigi Sacco” che, tramite la propria agenzia ALA Sacco (Agenzia Lavoro Apprendimento), programma e gestisce gli inserimenti lavorativi di pazienti psichiatrici, sostiene e valorizza la cooperazione e l’integrazione sociale trasversalmente a tutti i Dipartimenti di Salute Mentale (DSM) della Città di Milano, grazie al Programma Innovativo Regionale (PIR).

Durante i sei incontri, i corsisti avranno la possibilità di familiarizzare con le opere della collezione, seguiti dai volontari, esperti d’arte del Servizio Civile operativi presso il Museo del Novecento e sperimenteranno anche un approccio meno teorico e più personale al mondo dell’arte, attraverso la partecipazione a un laboratorio di ceramica, condotto da Fausto Salvi, Blindbox. Nell’ultimo degli incontri, che si terrà il 21 marzo 2013, insieme agli specialisti dell’Azienda Ospedaliera Luigi Sacco e ai docenti, i corsisti valuteranno i risultati del lavoro svolto e termineranno la loro esperienza, gestendo direttamente una visita guida riservata agli operatori dei DSM della Città di Milano.

Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.