Malala e le altre

Pasqua, la tradizione al femminile: Maria Maddalena

La “voce” femminile ha raccontato la storia di tutti gli esseri viventi, perfino dello stesso Gesù. Eppure questa voce è più flebile rispetto a quella maschile…

Le statue nascoste: l’arte tra significato e censura

Che cosa rende una creazione un’opera d’arte? La decisione di “velare” alcune sculture per la visita del presidente iraniano ha fatto discutere, affrontiamo l’argomento da un’altra prospettiva.

I fatti di Colonia e il ruolo della donna

La società occidentale continua a essere drammaticamente maschilista e sessista come si evince da quanto accaduto in Germania a centinaia di donne durante la notte di Capodanno…

Birmania, la vittoria di Aung San Suu Kyi e il potere dei militari

La leader, che si è battuta contro la dittatura militare in Myanmar, ha vinto le elezioni. Ecco l’analisi politica.

Much Loved, il film che scuote il mondo arabo

Censurato in Marocco, la pellicola sta facendo molto discutere, ecco perché.

Mutlu Kaya e Malala: la libertà in musica e parole

Due giovanissime donne e una sola terribile storia.

Maria Giulia Sergio, italiana e terrorista?

Il fanatismo religioso chiude la mente e indurisce i cuori…

L’Islam è una religione iconoclasta?

L’Islam vieta il culto delle immagini? Nel Corano non esiste alcun preciso riferimento eppure la questione resta aperta, ecco perché.

La legge sull’aborto, l’Islam e il Marocco

Gli aborti clandestini oscillano tra i seicento e gli ottocento al giorno, una situazione che va affrontata con un provvedimento di legge.

Joumana Haddad, scrittrice libanese ed atea che fa paura

E` una delle donne più influenti del mondo arabo ma il suo anticonformismo è temuto da molti.

I diritti delle donne in Arabia Saudita

Molti sono i divieti inflitti alle donne saudite, come recita il proverbio una donna saudita ha solo il velo e la sua tomba…

Azar Nafisi e la voce moderata dell’Islam

Alcuni non ci credono ma l’Islam moderato esiste. Non finirò mai di ripeterlo. Schiacciato, soffocato dalla voce stridula e agghiacciante

Amal Basha, la storia della donna araba dell’anno

L’associazione libanese Takreem, che difende i diritti delle donne arabe, restituendo anche un’immagine di queste che non sia falsata da