L'equilibrista

Tre uomini, facendosi guidare da una stella, portarono in dono al Messia oro, incenso e mirra. Dopo l’incenso vi parlerò della mirra…

I Magi regalarono a Gesù Oro, Incenso e Mirra. Tre doni molto preziosi, nei quali per alcuni storici c’era scritto il destino del Cristo. L’Incenso indicava la natura divina del Bambino nato in una mangiatoia. Con la Mirra e con l’Incenso si soleva cospargere il corpo dei defunti. Da questa pianta viene estratta un potente olio…

E` rinfrescante e idratante. Porta calore, fiducia in se stessi, sviluppa la sensibilità. Riequilibra il sistema immunitario femminile, riduce la tensione, i crampi, il mal di testa (se non usato in eccesso) e le emozioni negative. Come si usa? Qui ricette, indicazioni e tante curiosità…

Niente è benefico in assoluto. Usciamo delle leggi del marketing e cerchiamo di saperne di più ragionando secondo Natura per trarre i benefici dagli alimenti. Il Miele è un cibo completo. E` un antibiotico naturale che però va scelto e usato con particolare attenzione. Ecco perché!

Un libro ci dimostra come la mente animale sia molto simile all’inconscio umano. Il cane riflette le emozioni viscerali del padrone. Qui raccontiamo la storia di un cane che distruggeva tutto. Secondo la teoria di Behan, cambiando famiglia il cane cambia comportamento, ecco perché!

Le donne in dolce attesa devono prestare molta attenzione ad alcuni aromi soprattutto se applicate sulla pelle e per via olfattiva in quantità ridotte. Qui troverete una lista, con brevi schede, delle essenze da evitare in questo periodo della vita per scongiurare qualsiasi rischio per il feto e la mamma…

Vi ho parlato di varie essenze, dal limone al sandalo passando per il mirto e la rosa. Continuerò a illustrarvi di volta in volta – man mano che faccio i test su di me – tutte le proprietà. Quali sono, però, le principali precauzioni degli oli essenziali, come acquistarli e soprattutto come conservarli? Qui le risposte.

Il Sandalo arriva dall’Asia Orientale e appartiene alla famiglia delle Santalacee. Il colore dell’olio essenziale, che si ricava dal legno e dalle radici, è giallo, mentre l’aroma è gradevole e delicato…

Si racconta che Afrodite, la dea greca dell’Amore, era particolarmente affezionata a quest’arbusto. Un giorno una sacerdotessa di nome Mirto stava per essere sopraffatta da un innamorato insistente e logorante quando…

“Questo prezioso frutto polposo, che è un alleato per la nostra salute psicofisica, aveva nella mitologia delle antiche popolazioni nordiche un significato profondo, perché si riteneva che riuscisse a catturare le anime…”

L’essenza della regina dei fiori è indicata come supporto per la cura di numerose patologie, tra cui anche l’insonnia, ma è anche un valido aiuto per vivere le emozioni con equilibrio riattivando la libido nella donna…

Appartiene alla famiglia delle Labiate e cresce nel Bacino del Mediterraneo. Selvaggia e sicura di sé, questa erba aromatica nasconde le sue principali virtù proprio nell’olio essenziale, che è un po’ l’anima di una pianta…

Sabrina è una nostra lettrice. Ha scritto a Giulia de L’Equilibrista per ricevere qualche consiglio pratico su un problema psicofisico che le impedisce di vivere con serenità. Da qualche mese soffre di coliche salivari causate dal Bruxismo…

Nell’immaginario collettivo è la pianta della nonna, perché sa di pulito, di fresco, di ordinato, di bauli con tessuti inamidati. Insieme all’acqua di rosa, la Lavanda ricorda le virtù del femminile, legate all’accoglienza e alla piacevolezza di un momento vissuto con semplicità.

Aromaterapia: un viaggio nel mondo affascinante delle essenze. Come si usano? Qual è la loro storia? Oggi ci occupiamo dei fiori di arancio amaro, da cui si ricava un olio essenziale detto Neroli, che ha molte proprietà sia per il benessere della psiche sia per il corpo.

“Continua il viaggio nel mondo del limone. Realizzerò delle ricette per ogni pasto: un dolce per la colazione; un secondo piatto per il pranzo; un primo per la cena. Al risveglio consiglio sempre un buon dolce fatto in casa, delizia per il palato e un piacere per la mente… che ha bisogno di rituali…”