La Mirra: le proprietà
4 gennaio 2017
Giulia Caso (48 articles)
Share

La Mirra: le proprietà

I Magi erano uomini saggi venuti da Oriente che, facendosi guidare da una stella, giunsero alla Grotta di Betlemme, dove alloggiavano Maria, Giuseppe e il Bambino Gesù. Secondo la tradizione, tutto questo avvenne il 6 gennaio ma i Vangeli canonici non specificano la data. Questi tre uomini portarono in dono al Messia Oro, Incenso e Mirra. Mi sono soffermata sull’Incenso e sulle sue proprietà, oggi parlerò della Mirra e a breve dell’Oro. Perché i Magi regalarono questa preziosa resina a Gesù? La Mirra nell’antico Egitto era usata per conservare il corpo del faraone, di conseguenza, per alcuni storici, la presenza di questa gommoresina, che cresce in Arabia e in Africa, in un momento lieto come la natività potrebbe preannunciare la morte cruenta di Gesù.

mirra-proprieta

Tuttavia la Mirra ha un altro significato che va ricercato proprio nelle proprietà dell’olio essenziale, il quale un tempo era utilizzato per mantenere la consapevolezza della propria essenza divina e per sostenere questo stato di grazia. Infatti, in ogni simbolo del Natale si fa riferimento alla natura divina del Cristo. L’olio essenziale di Mirra è indicato anche per le persone che hanno paura di esprimere i propri sentimenti, stimola l’azione,  aiuta a dimagrire, allevia le rughe, ha proprietà antisettiche e antifungine.

L’energia della Mirra è riscaldante. L’olio è indicato nell’amenorrea, nella dismenorrea, nella menopausa, per la tosse, per l’asma, per la bronchite, per l’artrite, per i reumatismi, per l’anemia, per le ferite da trauma, per la piorrea. Si mescola bene con i seguenti oli essenziali: incenso, arancio, mandarino, cipresso, muschio, geranio, ginepro, pino, patchouli e gli oli essenziali di origine floreale. Può essere usato per massaggi ma sempre diluito con olio vettore (oliva, sesamo, jojoba, mandorle dolci etc) e non va usato in gravidanza. L’essenza è indicata per bagni rilassanti (una goccia in acqua). Il nome botanico è Commiphora Myrrha.

Commenti

commenti

Giulia Caso

Giulia Caso

Giulia Caso è uno pseudonimo. Giulia cura la rubrica "L'equilibrista", uno spazio dedicato alla salute della mente e del corpo. «Ho scelto uno pseudonimo per raccontare non me stessa bensì i fatti. Perché se avessi voluto assecondare le velleità del mio ego, narrandovi la mia vita, che vi assicuro è poco interessante, vi avrei svelato la mia identità», dice di se stessa. Giulia ha voluto che la redazione pubblicasse al posto della sua foto un'immagine del film Fortapash, che racconta del giornalista Giancarlo Siani; per rendere omaggio alla verità, per la quale molti giornalisti come Siani hanno perso la vita!

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.