Archive

La pellicola, applaudita e premiata a Cannes, è nelle sale cinematografiche italiane. “La macchina da presa indugia sin dalle prime sequenze sui rami di un fitto bosco, oltre il quale c’è un collegio femminile, facendoci già capire che ci stiamo avventurando in una dimensione ignota e oscura, dove la mente si perde…”